Personal branding: l’importanza della consapevolezza del brand

Tu sei il tuo brand.

Quando interagisci con i tuoi colleghi, quando presenzi a un evento, quando partecipi a discussioni con altri professionisti o condividi delle risorse sui social network stai dando forma al tuo brand. Oggi voglio parlarti del personal branding, di quanto sia importante per un professionista comunicare nel modo giusto il proprio valore per diventare un punto di riferimento nel proprio settore.

Per fare questo affronteremo 3 concetti: brand, brand identity e personal branding. Vedremo poi l’importanza della consapevolezza di un brand e alcuni consigli per costruire una brand identity definita e riconoscibile.

Il brand e l’identità di marca

Siamo abituati a pensare al brand come al marchio di un prodotto, un nome e un logo che identificano un’impresa commerciale. Ma per inquadrare bene il significato di brand dobbiamo capire che c’è una differenza significativa tra “marchio” e “marca”: mentre il primo è solo l’insieme dei tratti grafici che rappresentano il nome di un’azienda, il secondo, la marca, è qualcosa di più astratto in cui ritroviamo molti più elementi:

  • i valori dell’azienda,
  • la sua filosofia di vita,
  • le emozioni dei consumatori,
  • le  aspettative dei consumatori,
  • la fiducia riposta in quel brand da chi lo ha scelto.

 

La riconoscibilità di una marca, ovvero l’associazione con precisi valori, è fondamentale per il suo successo: l’obiettivo è che nella mente dei tuoi potenziali clienti sia chiaro ciò che fai ed essere considerato un punto di riferimento per un determinato prodotto o servizio. Questo è quello che nel marketing si chiama Brand awareness, che possiamo definire come la notorietà di una marca.

Se il mio campo è l’haute couture e i miei potenziali clienti sono le persone che amano la sartoria esclusiva, gli abiti di lusso e l’alta moda, dovrò fare in modo che questi elementi identifichino la mia azienda e che il mio brand racconti questi valori. Per farlo dovrò creare una identità di marca strutturata, chiara e riconoscibile dai miei potenziali clienti, e sviluppare attività di marketing sempre coerenti a questi principi. L’associazione tra l’alta moda e la mia azienda dovrà essere immediata.

L'importanza della brand identity: azienda Haute couture

Come si costruisce la brand identity?

Un’azienda che vuole creare una brand identity solida e chiara deve innanzitutto studiare bene il proprio settore e definire i valori che la rappresentano.

Non ti è ben chiaro quali valori potrebbero rappresentare un’azienda?

Pensa ad Apple: i valori di cui si è fatta portatrice fin dai suoi esordi sono l’accessibilità della tecnologia per tutte le persone, l’innovazione continua, un design con appeal ma che prima di tutto è funzionale.

Quelli di Nike sono espressi benissimo nel suo slogan: Just do it! Fallo! Nike, oltre a creare prodotti di qualità, ha cercato di imporsi sul mercato come un brand ispirazionale, che motiva costantemente le persone, spingendole a dare sempre di più. Se sei uno sportivo, questo approccio non può lasciarti indifferente.

Individuati i valori, è importante creare un’immagine del brand che li rifletta. Si parte dal logo, che deve avere una grafica coerente, e magari uno slogan, che in poche parole esprima i concetti chiave della marca.

Individua i valori del tuo personal brand

Il personal branding

Non solo le aziende rappresentano un brand: anche i professionisti, con il loro lavoro quotidiano, costruiscono la loro “identità di marca” e possono diventare dei punti di riferimento nel loro settore.

Secondo il sito Personalbranding.it: “Il tuo personal brand è la ragione per cui un cliente, un datore di lavoro o un partner ti sceglie”.

Il concetto è lo stesso che vale per un brand: perché scegliamo una marca piuttosto che un’altra? Perché è riuscita a leggerci nella mente, a interpretare i nostri bisogni e a guadagnarsi la nostra fiducia.

Nel mondo del lavoro succede più o meno la stessa cosa: per essere considerati un punto di riferimento in un determinato settore bisogna dimostrare di essere degli esperti, di conoscere il contesto in cui ci si muove, di essere aggiornati e sapersi relazionare con i propri colleghi.

Il mondo dell’online ha messo a disposizione di noi tutti delle risorse incredibili per metterci in mostra come professionisti: pensa ai social professionali come LinkedIn, che ti permettono di collegarti a professionisti in tutto il mondo, condividere il tuo punto di vista, confrontarti su fatti importanti. Quanto più interagisci, tanto più puoi guadagnarti la fiducia dei professionisti del tuo settore e ottenere collaborazioni interessanti.

L’importanza della consapevolezza del brand

Lavorare su te stesso e sul tuo personal branding ti permette di affermarti come esperto nel tuo ambito ed essere scelto da un’azienda prestigiosa (pensa a quella in cui ti sarebbe sempre piaciuto lavorare!).

Perché ciò avvenga devi essere consapevole che ogni tua azione, online e offline, contribuisce a creare la tua identità di marca come professionista. Come ti comporti quando sei sui social network? Come rispondi ai commenti? Cosa condividi sui tuoi profili? Che tipo di iniziative sposi?

E offline: partecipi agli eventi di settore? Collabori con i colleghi? Ti comporti sempre in modo trasparente e rispettoso?

Lavorare sul tuo Personal Brand significa definire il racconto della tua personalità, delle tue aspirazioni e di quei valori che per te e il tuo settore sono importanti. Metti in evidenza il meglio di te, comunica efficienza, sicurezza ed equilibrio. Questo ti permetterà di realizzare tutti i tuoi progetti.

Un esempio di Personal branding? Ti racconto il mio

Corso di personal branding

Nel settore della moda è importantissimo identificarsi con valori precisi e comunicarli nel modo giusto per arrivare alle persone con cui vuoi lavorare. Quando ho capito l’importanza di creare il mio personal brand per spiegare alle persone chi sono e come posso aiutarle ho pensato tanto a quali valori volessi esprimere, di quale concezione di moda farmi ambasciatrice.

Come consulente d’immagine ho sempre messo le persone al primo posto e ho cercato di diffondere l’idea di una moda al servizio di uomini e donne reali, con esigenze reali. Ecco perché il mio mantra è DEMOCRATIZE FASHION: rendiamo democratica, libera, la moda.

Convinta di questa idea ho costruito la mia brand image in modo coerente e in ogni mia attività online e offline ho cercato di far capire qual era il mio metodo di lavoro: io aiuto le persone a sentirsi meglio con se stesse e a esprimere quello che sono, o vogliono essere, attraverso la loro immagine. Chi ha lavorato con me lo sa bene e riconosce i valori del mio personal brand.

Il mio personal brand

Ho anche creato un progetto in cui si rispecchia questa mia filosofia di vita, le T-Shirt Democratize Fashion, con cui porto avanti un’idea di moda davvero unica nel suo genere: “Esprimi te stesso indossando grafiche originali ricamate a mano su un cotone di alta qualità”.

Come si fa personal branding? Tre consigli da applicare subito

Per aiutare chi ha bisogno di immaginare e creare una solida identità professionale ho preparato un corso di Personal branding, dal titolo: Impara a comunicare il tuo Brand.

Si tratta di un percorso davvero completo in cui ti aiuto a inquadrare il tuo settore professionale, i valori che sono richiesti e la strategia più efficace per comunicare la tua persona e la tua professionalità nel modo giusto.

Voglio concludere questo articolo sull’importanza della consapevolezza del brand con 3 consigli per ottenere risultati concreti:

  • per essere notato nel tuo settore devi comunicare correttamente chi sei e qual è il tuo valore aggiunto.
  • controlla il messaggio che stai diffondendo con le tue azioni, sia online che offline.
  • lavora sulla tua immagine: è il tuo biglietto da visita.

Non perdere neanche un minuto: comincia subito a creare un personal brand che ti identifichi. E se hai ancora qualche dubbio, scrivimi! 😉