Consigli di look: come individuare il tuo sottotono

Oggi voglio parlarti di un argomento molto interessante eppure poco conosciuto: il sottotono. Quando scegli le nuance con cui truccarti o le tonalità da indossare per far risaltare i tuoi colori naturali, non devi considerare solo il colore della tua pelle o il tuo fototipo.

La tua pelle, infatti, ha una temperatura, che può essere calda o fredda, e ciò non ha nulla a che vedere con altre caratteristiche di cui ti ho precedentemente parlato.

In questo caso parliamo del sottotono della pelle. Questo elemento, apparentemente impercettibile, può determinare il successo del tuo look, perché ti permette di valorizzare i tuoi colori naturali, sfruttando alcuni principi che riguardano l’armonia dei colori.

Armonia… ecco la parola magica!

Sicuramente hai dei colori che preferisci rispetto ad altri, che guidano le tue scelte di tutti i giorni riguardo a ciò che indossi e a come ti trucchi. Ma quando definisci il tuo stile non devi considerare solo le tue preferenze: prima di tutto, infatti, devi capire quali sono le tonalità che ti stanno meglio e che esaltano i tuoi colori naturali, perché solo così otterrai il risultato migliore.

È importante che le tue scelte di look siano armoniche, ma per farlo devi innanzitutto avere dei valori di partenza su cui basarti. L’armocromia è la scienza che studia l’armonia dei colori a partire da elementi oggettivi.

Per capire meglio come funziona ti propongo di pensare ad un’azione che sicuramente ti sarà familiare: pensa ad una foto che, prima di pubblicare sui social, ad esempio Instagram, passi per i vari filtri. Quali sono gli elementi che normalmente modifichi per migliorare l’aspetto della tua immagine? I primi sono la temperatura, la saturazione e il contrasto. Come mai? Perché cerchi di stabilire una nuova armonia che valorizzi la luce con cui è stata scattata la foto, i colori dello sfondo o quelli che indossi.

Prima di approfondire che cos’è il sottotono e come individuarlo, è necessario fare una precisazione: il tono ti dà un’indicazione sul colore della tua pelle in base al binomio chiaro/scuro, mentre il sottotono ti parla di temperature, quindi caldo e freddo.Ma sottotono e tono sono due concetti diversi e indipendenti, ecco perché non è sufficiente essere mora per avere un sottotono caldo o essere bionda per poter dire che il proprio sottotono è freddo.

L’armocromia è una scienza, l’abbiamo detto, e in questo articolo voglio darti un metodo facile da usare per capire il sottotono della tua pelle, così da scegliere sempre e solo i colori che più ti valorizzano!

Come capire il proprio sottotono

I consulenti d’immagine conoscono in modo approfondito il significato dei colori e tutte le regole per utilizzarli in modo armonico. Se anche tu vuoi migliorare la tua immagine, devi sapere come individuare il tuo sottotono.

Abbiamo già detto che il sottotono non dipende dal tono della pelle e dagli altri colori naturali (ovvero una persona dai toni caldi potrebbe avere un sottotono freddo e una persona con pelle e occhi chiari un sottotono caldo), ecco perché devi sapere quali sono gli elementi che ti permettono di scoprire il sottotono della tua pelle.

Ecco quali elementi devi analizzare:

  • il colore delle tue labbra: le persone dai toni caldi hanno normalmente le labbra color pesca, mentre quelle dai colori freddi presentano una colorazione tendente al viola;
  • il colore delle tue orecchie: lo strato epidermico che ricopre le tue orecchie tenderà al giallo se i tuoi colori sono caldi, mentre sarà più rosato se sei una persona con colori freddi;
  • la sclera dei tuoi occhi (la parte bianca intorno alla pupilla): c’è una netta differenza di colore tra chi ha colori caldi e chi invece ha pelle, occhi e capelli tendenti a tonalità fredde. Nel primo caso la sclera degli occhi è color avorio, mentre nel secondo è di un bianco puro;
  • il colore delle tue vene: se tendono al verde hai un sottotono caldo, se invece virano verso il blu un sottotono freddo.

L’abbronzatura ti mostra come funziona il sottotono: è dimostrato che il colore del sottotono della pelle di una persona è legato alle quantità di melatonina e di emoglobina presenti nell’organismo, per questo chi ha un sottotono caldo ha fin da subito un’abbronzatura dorata, che si mantiene nei mesi successivi all’esposizione al sole (seppur diminuendo di intensità), mentre chi ha un sottotono freddo tende ad arrossarsi a contatto con i raggi solari e nel giro di poche settimane torna al proprio colorito pallido.

Come valorizzare il tuo viso grazie al sottotono

Il colore del sottotono della tua pelle può esserti di grande aiuto per scegliere i colori giusti per truccarti.

Fondotinta, correttore, blush e terre: quali sono i colori che ti stanno meglio?

Il sottotono ti aiuta a creare un effetto armonico che valorizza i tuoi colori naturali.

Ricorda questa regola: colori caldi per un sottotono caldo, colori freddi per un sottotono freddo.

Hai la pelle olivastra? Evita le ciprie più chiare.

Incarnato di porcellana? Le terre non ti aiuteranno a mettere in risalto le tue doti naturali.

In base al sottotono potrai poi scegliere anche gli altri colori da utilizzare, ad esempio per il makeup degli occhi. Se hai gli occhi castani e un sottotono caldo, scegli le tonalità più calde dei colori della terra, come l’ocra e il terra di Siena, mentre se il tuo sottotono è freddo, il modo migliore per far risaltare i tuoi occhi è scegliendo colori scuri come il grigio piombo e il nero. 

Unendo il principio caldo-caldo e freddo-freddo dei sottotoni alle regole dei colori complementari, sarai in grado di scegliere i colori migliori anche per truccare occhi azzurri o verdi. Ecco come usare i colori complementari: le tonalità aranciate valorizzano gli occhi azzurri, quelle violacee gli occhi verdi. Ad esempio, se i tuoi occhi sono azzurri e il tuo sottotono è freddo preferisci un marrone rosato, mentre se il tuo sottotono è caldo, è più indicato il bronzo. Occhi verdi? Scegli il colore giusto in base al tuo sottotono: se è caldo il color melanzana ti aiuterà a far risaltare il verde naturale, se invece il sottotono della tua pelle è freddo, preferisci tonalità più scure.

I segreti di bellezza delle celebrities con un sottotono caldo

Nicole Kidman, Cameron Diaz, Jennifer Aniston e Penelope Cruz sono alcuni esempi di star con un sottotono caldo. In base al principio caldo-caldo che abbiamo già visto, i colori che più valorizzano queste bellezze di fuoco sono i colori caldi, in particolare in prossimità del viso, quindi su capelli, occhi, e make up in generale.

celebrità con sottotono caldo

I colori ideali per un sottotono caldo sono tutti quelli della terra e della natura: il cipria, il crema, il tortora, il beige, il cammello, il rosso corallo, il verde foresta, il verde smeraldo, il turchese, il giallo canarino, l’arancio, il viola orchidea, viola melanzana, il marsala, il ruggine, il caffè.

Le tonalità da cui tenersi alla larga sono invece: il nero, il grigio grafite, l’azzurro cielo, il blu elettrico, i colori fluo, il rosa baby e il fucsia.

I segreti di bellezza delle celebrities con un sottotono freddo

Gwyneth Paltrow, Bianca Balti, Cindy Crawford, Liz Taylor sono tutti esempi di bellezze dal sottotono freddo. Come vedi, non è automatica l’associazione colori freddi-sottotono freddo, perché rientrano in questa categoria non solo le bionde chiarissime ma anche le more dalla pelle olivastra ma lunare.

celebrità con sottotono freddo

Sempre per il principio base dell’armocromia, il sottotono freddo viene valorizzato dalla combinazione con colori freddi

I colori ideali per un sottotono freddo sono: il bianco ottico, il sabbia, il nero, il blu navy, il grigio antracite, il grigio grafite chiaro, il rosa, il rosso lampone, il bordeaux, il fucsia, l’indaco, l’azzurro pastello, l’azzurro intenso, il blu elettrico, il giallo limone, il testa di moro, il verde pino.

I colori da evitare per un sottotono freddo sono: il marrone, il ruggine, il cammello, il verde oliva, l’ocra.

Applica questi principi di armocromia al makeup, al colore dei tuoi capelli e ai gioielli che indossi.

Come utilizzare i colori del tuo sottotono

Per utilizzare al meglio i colori che rientrano nel tuo sottotono ti sarà utile fare un’ultima valutazione, di carattere più generale, che prenderà in considerazione tutto l’insieme dei tuoi toni naturali.

Se hai un complesso cromatico chiaro (pelle, occhi e capelli chiari) preferisci colori tenui e neutri e utilizza quelli brillanti per gli accessori.

Se invece il tuo complesso cromatico è scuro (hai la pelle olivastra, occhi e capelli scuri) i colori che più ti valorizzano sono i toni scuri e intensi.

Se infine i tuoi colori naturali non rientrano appieno in una di queste 2 categorie (ad esempio hai la pelle medio-chiara, i capelli castani e gli occhi medio-scuri) allora dovrai scegliere per la zona del viso colori mediamente intensi: sono quelli che faranno risaltare meglio i tuoi colori.

Ricorda…

L’armonia cromatica si crea andando incontro alle proprie caratteristiche naturali. Una volta individuate, analizzando in modo approfondito gli elementi di cui abbiamo parlato in questo articolo, ti basterà rispettare i principi basilari dell’armonia per ottenere un risultato eccezionale.

Ti va di provare a mettere in pratica i miei consigli e raccontarmi come va?

Aspetto i tuoi commenti!